48^ Mostra Artigianato Alto Vicentino:
appuntamento al 2021 (1-3 ottobre) all’insegna de #ilmiofuturoakmzero

“L’emergenza Covid-19 ci costringe ad annullare l’edizione 2020, ma siamo già al lavoro per organizzare la 48^ edizione dall’1 al 3 ottobre 2021, nel segno del rilancio del nostro tessuto economico e di un’ancora più stretta collaborazione tra scuole e mondo delle imprese”. È l’annuncio del Presidente della Mostra Artigianato Alto Vicentino Alessandro Rigon, che spiega così i motivi della scelta: “La Mostra attira ogni anno circa 25.000 visitatori: con un afflusso così imponente sarebbe stato impensabile garantire il rispetto delle misure di contenimento dell’epidemia. Il Comitato direttivo, con il pieno appoggio dell’Amministrazione comunale, ha dunque deciso di rinunciare all’edizione di quest’anno, prevista dal 2 al 4 ottobre, per concentrarsi sull’organizzazione di un’edizione 2021 che sia espressione della ferma volontà di ripartire (tipica delle nostre realtà imprenditoriali) e dello slogan #ilmiofuturoakmzero, pensato per sottolineare le opportunità lavorative che il nostro territorio sa offrire ai giovani che escono dalla scuola”.

Ma non può esserci un autunno senza MAAV, “e quindi – spiega il Presidente Rigon – in collaborazione con la Consulta delle Attività Economiche e Produttive del Comune di Marano Vicentino stiamo pensando ad alcune iniziative alternative, da mettere in pratica appunto nel prossimo autunno, rivolte agli associati delle categorie produttive per offrire analisi e spunti e far conoscere gli strumenti utili ad affrontare il periodo post-Covid. Le presenteremo ufficialmente tra alcune settimane”.

Altro punto fermo è il percorso di collaborazione tra MAAV e scuole del territorio, che quest’anno era già iniziato con la progettazione grafica di una nuova disposizione degli spazi per gli stand e l’area eventi affidata agli studenti dell’Istituto Pasini di Schio: “Li ringraziamo per l’ottimo lavoro fatto – afferma il Presidente. Verrà sicuramente messo in pratica in funzione delle prossime edizioni in carico a questo Comitato, che saranno contraddistinte da un coinvolgimento ancora maggiore degli istituti dell’Alto Vicentino e non solo”.

Alessandro Rigon è il nuovo presidente del Comitato della Mostra

RIGON ALESSANDRO
Presidente MAAV

Nella foto il neopresidente Alessandro Rigon, Mirella Danzo e Giuseppe Formilan della Segreteria della Mostra Artigianato Alto Vicentino.

Alessandro Rigon è il nuovo presidente del Comitato della Mostra Artigianato Alto Vicentino. Si è infatti concluso il mandato di Roberto Benazzoli ed è stato necessario nominare un nuovo presidente. “L’amministrazione comunale ringrazia Roberto Benazzoli per il suo lavoro e saluta con soddisfazione l’arrivo del nuovo presidente, che saprà dare slancio e innovazione a un evento tanto importante e strategico per Marano e per il nostro territorio”, ha detto il sindaco, Marco Guzzonato.

“Siamo al lavoro per un nuovo progetto che unisca il bisogno di cambiare della Mostra e la solidità che viene dalla sua storia. L’idea è che, sempre più, la Mostra non rappresenti solamente l’esposizione degli artigiani, ma che diventi un vero e proprio contenitore di idee, prodotti e progetti per il territorio Altovicentino”, dice il nuovo presidente, Alessandro Rigon.
Un progetto nel quale assumerà valore lo storytelling delle aziende ospiti della Mostra: “Chiederemo agli espositori di partecipare non solo per esporre i loro prodotti, ma per raccontarsi e per far diventare i loro saperi un bagaglio prezioso per le nuove generazioni”.

Un’altra idea è quella di potenziare ulteriormente la storica attenzione verso il mondo della scuola. “La Mostra può diventare un appuntamento di riferimento per i ragazzi che vogliono incrociare il mondo del lavoro, una forma d’incontro concreto e che gli dia una prospettiva. D’altra parte, alle aziende che collaboreranno spetta il compito di dare ai più giovani un’immagine reale e attuale del mondo del lavoro. In questo sarà fondamentale il ruolo delle associazioni di categoria, che rappresentano l’unico e insostituibile anello di collegamento e che possono parlare di commercio, agricoltura e artigianato in maniera concreta”, continua il presidente.
Inoltre, in collaborazione con l’ITCG Pasini Schio si sta rivedendo l’immagine coordinata della Mostra e studiando nuovi spazi espositivi per offrire agli espositori nuovi strumenti comunicativi.
Cuore del progetto in questi primi mesi sarà una nuova sede, messa a disposizione dall’amministrazione comunale nell’edificio che si trova sul retro del Municipio, che diventerà un punto di riferimento per gli espositori e gli sponsor, ma anche per tutto il Comitato.

Il presidente risponde alla mail presidente@mostraartigianatoaltovicentino.it

Giornale di Vicenza del 21 dicembre 2019